•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ebbene sì. La catastrofe è stata sfiorata. Per qualche ora, infatti, il plurivisionato video-tormentone di “Despacito” – opera dei due premi Nobel per i balli sul bordo della piscina e Luis Fonsi e Daddy Yankee – è sparito da YouTube ieri, 10 aprile.

Sparizioni…

In pratica è successo (ma lo avrete letto un po’ ovunque) che il clip – quello che conta oltre 5 miliardi di visualizzazioni: un record assoluto – per mano di un paio di hacker burloni è stato cancellato da YouTube. Insieme a un’altra decina di blockbuster fra cui Shakira (“Chantaje”), Selena Gomez (“Wolves”), e Drake (“Hotline Bling”).

Al posto dei clip compariva un fotogramma della serie Netflix “La casa di carta” e la scritta “Hacked – Free Palestine”: un gesto situazionista di Prosox e Kuroi’sh, due hacker appunto che hanno giocato questo bel tiro alla piattaforma video di Google.

…apparizioni

Dopo alcune ore di panico planetario lo status quo è stato ristabilito, con i video al posto giusto e tutto il conteggio delle visualizzazioni a regola d’arte. Quindi molto rumore per nulla, come diceva Shakespeare, e qualche titolo a effetto per cavalcare l’onda dei click.

Ma in realtà la notizia – a parte la bizzarra vulnerabilità di YouTube/Google, che grazie a un semplice script si è trovato in serio imbarazzo – è che il mondo ha continuato ad andare avanti anche senza il video di “Despacito”.

L’avreste mai detto?