•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si intitola Blind Date, e a volerlo «tradurre» possiamo chiamarlo concerto al buio. Ma non riusciremmo ancora a farci capire, perché finiremmo per pensare a quando ascoltiamo musica nell’oscurità di un ambiente a noi familiare. C’è sempre un segnale luminoso o un profilo di penombra a ricordarci dove siamo, a non farci dimenticare le coordinate dello spazio e del tempo in cui siamo immersi. E magari a distrarci da quel che abbiamo nelle orecchie. Qui, no. Qui, intorno a noi, c’è il buio totale. E nell’aria la musica di Cesare Picco, e del suo pianoforte.

Chi scrive ha avuto modo di partecipare, anni fa, al Blind Date, formula che lo stesso pianista ha inventato e di cui al momento è esclusivo titolare nel mondo. Partecipare è un termine più adatto di assistere o ascoltare, perché a un Blind Date di Picco si prende parte. La sequenza luce-buio-luce è la traccia del concerto: la musica parte in una sala illuminata come da programma; la luce poi sfuma, come in un tramonto, precipitando la sala nel buio totale (vengono spente tutte le luci, anche quelle che indicano le uscite di sicurezza); trascorso qualche minuto, una lama di luce si staglia sullo strumento al pari di un’alba sul profilo dell’orizzonte, e piano piano è di nuovo luce. Intanto, Picco suona innestando note improvvisate su idee musicali predefinite.

Il buio totale, inevitabile, definitivo in cui si è avvolti può disorientare: qualcuno, infatti, non lo regge e chiede a chi di dovere di occuparsi di lui. Ma sono ben pochi; gli altri trovano poi il proprio orientamento lasciandosi prendere per mano dalla musica, che pare rinnovata al punto da ascoltarla come fosse la prima volta. Intorno c’è solo suono, ed è quello l’unico mezzo sul quale viaggiare verso l’alba figurata sullo strumento. Quel che c’è dopo non è più quel che era prima, perché l’ascolto della musica è stato diverso dall’ordinario e inevitabilmente i riferimenti sono cambiati.

Blind Date sarà in scena venerdì 13 e sabato 14 alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano. E con una grossa novità: Picco sarà accompagnato da un quartetto d’archi. Si tratta dei Virtuosi Italiani (Alberto Martini e Luca Falasca al violino, Flavio Ghirardi alla viola, Leonardo Sapere al violoncello). Al netto delle asperità tecniche e umane, uno strumento solista nel buio totale è ancora immaginabile. Ma cinque? Lo abbiamo chiesto a Cesare.

«Per l’occasione ho scritto una partitura che, nella parte in cui suoneremo al buio, ha punti di ritrovo, isole musicali che gestiremo insieme. Il violoncello è lo strumento con il quale dialogherò nell’improvvisazione, usando il buio come veicolo per entrare ancor più in contatto di quanto si faccia normalmente suonando insieme. Il quartetto, poi, è una formazione che vive sugli attacchi, sulla complicità delle occhiate tra i musicisti per far sì che i quattro strumenti diventino uno solo. Sarà il buio a realizzare questo piccolo miracolo».

Come hanno reagito i suoi compagni di viaggio all’idea di un Blind Date?
«Come si reagisce a una sfida: abbracciandola per esplorare orizzonti diversi, per ascoltarsi secondo codici non consueti. Sapevo che avrebbe prevalso l’entusiasmo, e non solo perché sul palco ci saranno strumenti – il pianoforte e gli archi – capaci meglio di altri di entrare nelle viscere di chi ascolta. L’entusiasmo è nato dalla constatazione di cosa il buio è capace di fare, di cosa significhi muoversi non vedendo davvero nulla. Non è come suonare a occhi chiusi: in quelle occasioni comunque uno sguardo sulla tastiera o sullo spartito, nel momento in cui ne senti il bisogno, scappa sempre. Qui no, è oscurità totale. Ma è anche un formidabile modo per ascoltarsi l’un l’altro con maggior responsabilità. La musica ne giova immensamente».

E non solo la musica, vien da dire, se dopo un concerto al buio si esce più consapevoli di una maggior profondità di ascolto reciproco. O di cosa significhi non vedere nulla. CBM, onlus che si occupa di sostenere bambini ciechi nei paesi poveri – promuove e dirige la tournée del Blind Date in Italia e nel mondo proprio per sensibilizzare le persone all’esperienza della perdita e del recupero della vista, raccontando loro l’emozione del passaggio dall’oscurità alla luce. Un motivo in più per esserci.

di Igor Principe

165 Risposte

  1. underrail cheat engine

    hello there and thank you for your information – I have certainly picked up something new from right here. I did then again experience a few technical issues using this website, as I experienced to reload the website many instances prior to I may get it to load correctly. I were brooding about if your web host is OK? Not that I’m complaining, but sluggish loading circumstances occasions will sometimes have an effect on your placement in google and could harm your high-quality rating if advertising and ***********|advertising|advertising|advertising and *********** with Adwords. Anyway I am including this RSS to my email and can glance out for much extra of your respective fascinating content. Ensure that you update this again very soon..

    Rispondi
  2. 4k video downloader serial key

    I’m impressed, I have to admit. Genuinely rarely should i encounter a weblog that’s both educative and entertaining, and let me tell you, you may have hit the nail about the head. Your idea is outstanding; the problem is an element that insufficient persons are speaking intelligently about. I am delighted we came across this during my look for something with this.

    Rispondi
  3. vlone.cc

    Someone essentially help to make seriously posts I would state. This is the very first time I frequented your web page and thus far? I surprised with the research you made to make this particular publish amazing. Magnificent job!

    Rispondi
  4. mpl hack

    I just could not depart your web site before suggesting that I extremely enjoyed the standard information a person provide for your visitors? Is going to be back often to check up on new posts

    Rispondi
  5. sims freeplay for mac

    There are actually numerous particulars like that to take into consideration. That could be a great point to deliver up. I provide the ideas above as normal inspiration however clearly there are questions just like the one you deliver up where crucial factor can be working in trustworthy good faith. I don?t know if best practices have emerged round things like that, but I am positive that your job is clearly recognized as a good game. Both girls and boys really feel the affect of just a moment’s pleasure, for the rest of their lives.

    Rispondi
  6. sparkocam keygen

    What i do not realize is actually how you’re not really much more well-liked than you may be now. You’re so intelligent. You realize therefore considerably relating to this subject, produced me personally consider it from a lot of varied angles. Its like women and men aren’t fascinated unless it is one thing to do with Lady gaga! Your own stuffs outstanding. Always maintain it up!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata