•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Occhiali da sole riflettenti, lunghi capelli castano scuro e un abitino che le lascia scoperte le spalle, venerdì abbiamo incontrato la particolarissima Allie X, per la prima volta in Italia, negli uffici di Sugar Music a Milano.

La sera prima l’artista canadese, nuova icona del dream pop elettronico, ha suonato al Serraglio di Milano, e il concerto si è protratto più del previsto, per cui ci confessa: “Stavo ancora dormendo quando ho sentito bussare alla porta stamattina!” Ma molto cortesemente si scusa per il ritardo, e capiamo che ci tiene veramente.

Allie X cantante look

Allie X è un’incognita come il suo nome d’arte. Il fatto che indossi occhiali da sole riflettenti anche in interni – cosa che rende difficile capire cosa stia pensando – è parte del suo concept di “X”.

BM: Hai un’impressionante collezione di occhiali da sole: come mai?

“Mi piacciono perché mi coprono gli occhi, che sono per me la parte più vulnerabile del viso. Se adotti una X nel tuo nome puoi diventare chiunque tu voglia. Non sono solo simbolo di anonimità ma anche della ricerca di me stessa.”

La X in matematica è quell’ignota variabile che può essere risolta solo con la giusta operazione. Ed è questo che sta tentando di fare Allie X: “Non so te, ma io sto ancora cercando di capire chi sono. Quanto della bambina che ero vive ancora in me? E chi sono adesso? Quanto hanno influito su di me le cose negative che mi sono capitate?”

Questa costante ricerca è la chiave del suo nuovo album, “CollXtion II”.

BM: Le tue canzoni sono ispirate alle tue esperienze personali o sono fantasie?

“Un po’ di entrambe. In questo album sto cercando di mettere insieme tutti i pezzi di me stessa: nelle mie canzoni ci sono fantasie, ricordi, sogni, cose che sono accadute veramente, ispirazioni quotidiane e molto altro ancora.”

Allie X è estremamente particolare ed enigmatica, ha carisma da vendere e un modo tutto suo di fare musica che mescola melodie, testi e arte: componente imprescindibile nel suo stile è infatti la presenza di immagini visuali ben precise.

BM: Come incorpori l’arte nel tuo processo creativo?

“Mi circondo di artisti e visual directors che sono convinta possano rendere al meglio quello che ho in testa”, ci risponde. Questa importante parte della sua cifra stilistica è evidente non solo nei video musicali come “Paper Love” e “Catch”, ma anche nel suo look ricercato e stravagante e nel suo Tumblr ufficiale, che vi invitiamo a visitare per trovare grande ispirazione e meraviglia.

Allie X foto artista

BM: Come ti sentiresti se la stampa iniziasse a chiamarti ‘la nuova Lady Gaga’?

“Me lo sono sentito dire spesso. Io amo Lady Gaga, ma credo di essere diversa da lei in molte sfaccettature. Capisco però che ci sia il bisogno di avere un punto di riferimento, quindi sono lusingata dal confronto.”

Allie X cantante foto look

All’anagrafe Alexandra Ashley Hughes, la cantautrice classe 1985 cresciuta con un amore per la musica classica, l’opera e il musical, ha iniziato la sua carriera come artista indie pop a Toronto nei primi anni 2000, suonando, scrivendo e auto-pubblicando i primi album.

Nel 2013 si trasferisce a Los Angeles dove continua a lavorare per diventare una cantautrice di professione, e l’anno dopo esce il primo singolo di successo, “Catch” (2014), che riceve ottime recensioni dal Time e trova i complimenti di Katy Perry.

Nel 2015 esce il suo EP di debutto, “CollXtion I”, seguito il 9 giugno 2017 dal suo primo album registrato in studio, “CollXtion II”, che contiene il singolo “Paper Love”.

Tra le tracce di “CollXtion II” ci sono anche brani come l’orecchiabilissimo e NSFW “Casanova”, “Old Habits Die Hard” e “This Is So Us”.

BM: “This Is So Us” è un inno generazionale. Era questo che intendevi diventasse?

“No, in realtà era una canzone che avevo inizialmente scritto per un altro artista (Allie X è anche autrice di testi, tra gli altri di Troye Silvan), ed era così personale che non avrei mai pensato di pubblicarla come mio singolo. Invece il mio amico e produttore mi ha convinto a tenerla ed inserirla nell’album.”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata