•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quindi Facebook ha raccolto tante informazioni su di noi – ma allora possiamo fare lo stesso? Capire per esempio che tipo di preferenze musicali esprimono gli oltre 30 milioni di utenti italiani?

Da tempo si dice che – anche grazie a tale massa di iscritti, che va per forza di cose a fotografare la demografia italiana – la creatura di Mastro Zuck è il social più anziano in circolazione. E che i più giovani, dei quali qualche anno fa si diceva “preferiscono Twitter”, oggi si baloccano con Instagram.

La top 20 musicale di Facebook per l’Italia

Pare che qualcosa di vero ci sia. Perché se su Instagram solo 4 dei 10 cantanti più seguiti hanno più di 30 anni, su Facebook la top 10 prevede solo una 28enne, Lodovica Comello – la star di Violetta, per la quale va tenuto tuttavia in un certo conto il seguito internazionale (è probabilmente più popolare all’estero che in Italia, malgrado il lavoro da noi non le manchi).

Ma allarghiamo lo sguardo alla top 20.

  1. Laura Pausini 900.000
  2. Eros Ramazzotti 500.000
  3. Andrea Bocelli 000.000
  4. Vasco Rossi 000.000
  5. Emma Marrone 200.000
  6. Ligabue 000.000
  7. Lodovica Comello 900.000
  8. Tiziano Ferro 600.000
  9. Alessandra Amoroso 500.000
  10. Gianni Morandi 500.000
  11. Modà 500.000
  12. Jovanotti 400.000
  13. Fedez 300.000
  14. J-Ax 900.000
  15. Fabri Fibra 800.000
  16. Marco Mengoni 700.000
  17. Biagio Antonacci 600.000
  18. Elisa 500.000
  19. Negramaro 500.000
  20. Renato Zero 400.000

Un’analisi

Detto che le donne sono in minoranza (cinque su venti), abbiamo tre artisti su venti con meno di 30 anni, e anche alzando (generosamente) l’età della gioventù a 40 anni, la quota di sbarazzini resta di sette su venti. Anche considerando “fuori quota” Gianni Morandi (73), Renato Zero (67) e Vasco Rossi (66), la gran parte dei cantanti che va per la maggiore su Facebook è – ammettiamolo – in età matura. I primi tre poi, è evidente, si giovano anche dei voti provenienti dall’estero. Chissà se Vasco, ignorato dispettosamente oltre confine, sarebbe primo in caso di chiusura delle frontiere.

Quel che è certo è che se Zuckerberg e i suoi clienti stanno ragionando sull’Italia in base ai like in loro possesso, la loro conclusione sarà altresì che il rap e la trap non ci piacciono granché, anzi volendo, da noi il rock va ancora forte (i cantautori, così così).

In realtà, ancora più che alle classifiche di vendita o a quelle dei live, la top 20 musicale di Facebook assomiglia in modo impressionante a una giornata sulla radio più apprezzata nel Paese, RTL 102,5. La crescita esponenziale de Lo Stato Sociale dopo l’exploit al Festival di Sanremo (600mila abbonati: per capirci, Gabbani ne ha 348mila e Thegiornalisti 132mila) sembra rispecchiare l’entusiasmo con cui l’emittente diffonde l’inno qualunquettista degli intrattenitori bolognesi piuttosto che la loro vocazione “indie” (Calcutta, Brunori SAS, Levante con le sue s/fortune televisive, ma persino i Baustelle, rimangono in una nicchiona che si limita a superare i 100mila aficionados).

C’è anche da dire che dalla loro comparsa i social sono stati vissuti come dei locali alla moda – a un certo punto, una nuova leva decide che un posto è più vispo, e vi si riversa, lasciandovi i matusa e il loro connaturato scorno (cit.).

Lo spostamento generazionale su altri social è visibile per esempio osservando i numeri ottenuti da Rocco Hunt, oggi 23enne, giunto alla notorietà in un periodo in cui il social stava espandendosi a macchia d’olio (la vittoria a Sanremo Giovani è del 2014): oggi conta 952mila follower, mentre Ghali è a malapena tra i primi cinquanta con 428mila seguaci; Sfera Ebbasta ne ha 270mila, Riki 260mila.

La top 20 musicale italiana su Instagram

Ecco invece la situazione su Instagram:

  1. Fedez 000.000
  2. Emma Marrone 700.000
  3. Lodovica Comello 300.000
  4. J-Ax 900.000
  5. Laura Pausini 700.000
  6. Alessandra Amoroso 700.000
  7. Ghali 700.000
  8. Rovazzi 500.000
  9. Sfera Ebbasta 500.000
  10. Riki 200.000
  11. Marco Mengoni 100.000
  12. Eros Ramazzotti 100.000
  13. Anna Tatangelo 100.000
  14. Gué Pequeno 100.000
  15. Jovanotti 000.000
  16. Elisa 000.000
  17. Emis Killa 000.000
  18. Michele Bravi 200
  19. Salmo 000
  20. Marracash 000

Laura Pausini tiene piuttosto bene, scivola parecchio Eros Ramazzotti, balza al n.1 il tredicesimo su Facebook, ovvero Fedez – qualcuno dice anche grazie alla fan base internazionale di Chiara Ferragni, e quindi alla possibilità di seguire anche dall’account del rapper l’incessante soap della coppia. Impossibile comunque non notare, oltre all’abbassamento dell’età media, la voce grossa di rap e trap, con alcuni nomi che sono di dominio pubblico solo da pochissimo (Ghali, Sfera Ebbasta) – ma vale la pena di ricordare che anche Riki ha partecipato ad Amici solo nella stagione 2016-17, e Rovazzi ha iniziato a comandare solo nel 2016. Strano che Benji & Fede vadano meglio su Facebook (1 milione) e Twitter (581000) che su Instagram (537.000). Che siano i genitori che li stalkano, per una marcatura più stretta sulle proprie figlie?

In ogni caso, pare di poter dire che i numeri grossi su Instagram si fanno in questi anni (o in questi mesi: Maneskin da zero a 400mila sostanzialmente in sei mesi di esposizione al pubblico), su Facebook si facevano nella prima metà di questo decennio.

…e Twitter

Ma a questo punto, è d’uopo far notare che se qualcuno chiedesse di votare il presidente del Consiglio coi social network, buttando anche Twitter sul tavolo otterremmo tre preferenze diverse (…e parecchio). Laura Pausini regina di Facebook, Fedez di Instagram, e Jovanotti capo di Twitter. In effetti se solo Laura Pausini fosse schierata con Salvini, faremmo filotto con un leader con simpatie per il M5S (Fedez) e un altro storicamente vicino al PD (Jovanotti).

Ma allora i social sono anche politicizzati? Difficile dire che Twitter sia di sinistra. Anche se ci si può provare:

  1. Jovanotti 950.000
  2. Laura Pausini 390.000
  3. Emma Marrone 480.000
  4. Ligabue 260.000
  5. J-Ax 190.000
  6. Fedez 960.000
  7. Marco Mengoni 760.000
  8. Alessandra Amoroso 540.000
  9. Tiziano Ferro 310.000
  10. Lodovica Comello 210.000
  11. Negramaro 210.000
  12. Cesare Cremonini 180.000
  13. Fabri Fibra 150.000
  14. Elisa 150.000
  15. Eros Ramazzotti 000
  16. Emis Killa 000
  17. Annalisa 000
  18. Michele Bravi 000
  19. Fiorella Mannoia 000
  20. Biagio Antonacci 716.000

Ma rimanendo strettamente alle dinamiche dei social, stranamente Jovanotti su Facebook non è nemmeno in top 10, malgrado l’utenza matura di cui si diceva. Su Twitter i 60enni devono cedere le posizioni più alte, che sembrano appannaggio dei 50enni – indicando quindi una probabile utenza media di circa 5-10 anni più giovane, se nella musica vale ancora la legge secondo la quale non si diventa fan dei propri coetanei, ma di quelli con qualche anno in più.

In compenso, Laura Pausini ed Emma Marrone sono in top 5 in tutti e tre i social, quindi probabilmente l’incarico di governo dovrebbe spettare a loro.