•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anno 1970. Riccardo Fogli è entrato nei Pooh a metà degli anni Sessanta, e ora della fine del decennio è diventato il leader vocale della band – infatti è lui che canta “Piccola Katy”, per dire.

Divertissement?

Per qualche misteriosa ragione, o magari solo per divertimento (glielo chiederemo alla prima occasione), Fogli incide – per la stessa etichetta dei Pooh, la Vedette – un 45 giri da solista, con lo pseudonimo di Renzo. Si intitola “I 10 comandamenti dell’amore”. Sul lato B c’è “Zan zan”, a nome Renzo e Virginia – che dovrebbe essere Virginia Minnetti, cioè sua moglie, che poi diventerà Viola Valentino. Ma nel disco lei non canta, si sente solo una voce femminile che dice “Ma… ehi”, “oooh!” e una risatina alla fine, che potrebbe essere di Virginia come di chiunque.

Doppio senso

Questa seconda canzone, firmata Gariano – Tical, è una specie di brano a doppio senso (indovinate a cosa allude “zan zan”) a metà fra la canzonaccia da osteria e la canzonaccia da orchestra da ballo di serie C. Niente di memorabile, insomma, ma certamente qualcosa al di fuori dallo stile romantico del Fogli che conosciamo.

Banana…

La buccia di banana, invece, è “I 10 comandamenti dell’amore”. Un testo che, se lo sentisse Selvaggia Lucarelli, scatenerebbe una shitstorm contro Gariano, contro Tical e contro Fogli – a 48 anni di stanza dal misfatto. Puro maschilismo, e forse senza nemmeno ironia.

Non vi vogliamo privare del piacere di ascoltarla: potete farlo qui sotto. Chissà se l’elegante e garbato Riccardo Fogli si ricorda di averla cantata…

Post correlati