•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fa discutere il concerto di Marilyn Manson in programma il prossimo 26 luglio al Castello Scaligero di Villafranca di Verona. I cittadini del paese veneto, che conta circa 35mila abitanti, hanno indetto una petizione online che ha raggiunto finora 2700 firme e starebbero organizzando gruppi di preghiera e chiamando a raccolta i compaesani, per impedire che la musica di Manson possa “deviare i giovani più sensibili”.

Il motivo della infiammata protesta si ricollega al fatto che il musicista industrial metal americano Marilyn Manson (all’anagrafe Brian Hugh Warner), 48 anni, il cui ultimo album si intitola Heaven Upside Down (Paradiso al contrario), sia un ex satanista. Si dice che Manson abbia fatto parte della Chiesa di Satana, e sia stato eletto “Reverendo” dall’esoterista e capo della Chiesa di Satana Anton LaVey, per poi allontanarsene.

Marilyn Manson foto social

Nella sua autobiografia, “La mia lunga strada dall’inferno” (1998), Manson confessò di aver voluto utilizzare intenzionalmente gesti estremi per colpire il pubblico: “Come performer, volevo essere la più fragorosa e persistente sveglia che avrei potuto essere. Non sembrava esserci altro modo per scuotere la società dalla propria cristianità e dal coma indotto dai media.” Come riportò l’Independent, Manson negli anni ’80 e ’90 amava aizzare la furia dei suoi oppositori dichiarando felicemente di essere un satanista, anche se nel suo libro affermava il contrario: “Non sono, e non sono mai stato, un portavoce del satanismo. È semplicemente parte di qualcosa in cui credo, insieme a Dr. Seuss, Dr. Hook, Nietzsche e la Bibbia…”

Quest’aura oscura di mistero, esoterismo e affiliazione al demonio, alimentata dai terribili testi che incitavano al suicidio (tra i brani più famosi, Suicide Is Painless), dal gossip e dai gesti e dai simboli dissacranti da lui utilizzati nei suoi videoclip e durante i concerti – come quello di bruciare la Bibbia sul palco – hanno reso la sua figura leggendaria e la sua musica è stata sempre considerata come appartenente alle frange più estreme del genere hard rock.

Nella petizione, rivolta al sindaco del paese Mario Faccioli, viene chiesto ai rappresentanti politici di assumersi la responsabilità della diffusione dei messaggi negativi che il concerto di Marilyn Manson a Villafranca di Verona potrebbe riservare, soprattutto nei confronti dei giovani e “dei più deboli psicologicamente”, in un’epoca come quella odierna costellata di violenze “mentre gli educatori faticano sempre più a dare un esempio positivo alle nuove generazioni.”

Il sindaco Mario Faccioli ha ribattuto duramente ai suoi concittadini con un lunghissimo post Facebook dove si dichiara anche lui cristiano devoto e fedele, e per questo non apprezza il tipo di integralismo oscurantista portato avanti dai cittadini di Villafranca di Verona.

“Trovo aberrante certe prese di posizione da persone che ritengono di essere paladini di verità, portatori di sante croci, che pregano per pioggia e tempesta, che raccolgono firme, che fanno sedute di preghiera”, scrive il sindaco. “La mia fede non semina odio, non costruisce muri, non ha paura del diverso”, ha aggiunto, specificando che l’amministrazione comunale non c’entra niente nell’organizzazione del concerto di Marilyn Manson.

“Attenzione a confondere i valori, dall’imposizione dei valori”, ha scritto il primo cittadino, aggiungendo: “Pur da credente integralista non mi sono mai permesso di usare il mio ruolo per spingere contro qualcuno.”

Ecco il post integrale del sindaco di Villafranca di Verona:

Tre giorni fa, Marilyn Manson ha perso il padre, e ha condiviso un post commovente su Instagram, insieme a una foto che li ritrae insieme: “Oggi ho perso mio padre, Hugh Warner. Mi ha insegnato come essere un uomo, un guerriero e un sopravvissuto. Mi ha insegnato come usare un fucile. Come guidare. Come comandare. Sarà sempre il papà migliore del mondo. In qualche modo, da qualche parte, so che lui è con mia mamma ora. Manterrò la mia promessa e non ti deluderò mai. Mi manchi e ti voglio bene papà.”

Marilyn Manson sarà in Italia per sole tre date: a Roma il 25 luglio, a Villafranca il 26 luglio, e a novembre a Torino.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata