•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Gli U2 celebrano i trent’anni dall’uscita di The Joshua tree, album che li ha consacrati al successo planetario senza la minima traccia di nostalgia, al contrario il loro disco capolavoro non solo non risente dell’usura del tempo, ma ne descrive le contraddizioni e le brutture quasi in maniera più efficace rispetto a trent’anni fa.

Il concerto è diviso in tre parti: nella prima Bono e compagni si presentano sul palco piccolo al centro del prato solo con i loro strumenti, l’immenso schermo dietro di loro è spento, sono senza effetti speciali, a sottolineare le origini di rock band che viene dal basso e inanellano così una sequenza potentissima di quattro brani mozzafiato del periodo pre – Joshua Tree: Sunday Bloody Sunday, New year’s day, Bad al cui interno inseriscono una citazione, come d’abitudine, e stavolta è  Heroes di David Bowie, e Pride (In the name of love) che manda in visibilio i quasi sessantamila dell’Olimpico. Bono è loquace, racconta di essere andato al cimitero inglese per visitare la tomba di Keats, uno dei suoi eroi, elogia la bellezza della serata romana, la gioia che prova il gruppo ogni volta che suonano in Italia. Dice molte frasi in italiano, per farsi capire il più possibile.

Quando il gigantesco schermo alle loro spalle si illumina di rosso, appare la sagoma del Joshua Tree e  partono le note di  Where the streets have no name siamo catapultati in uno dei momenti più emozionanti della serata, le immagini proiettate sono quelle di un vero e proprio film, con la strada in movimento dove sembra di camminare tutti quanti insieme. Meraviglioso contributo del regista Anton Corbijn, da sempre accanto agli U2 e in platea per l’occasione, che ha costruito con immagini e animazioni un contrappunto alle canzoni che in maniera sorprendente racconta l’America e il mondo di oggi. The Joshua Tree viene eseguito per intero, quindi è la volta di I still haven’t found what I’m looking for, With or without you, Bullet the blue sky e Running to stand still, emozionante come sempre.

Buio totale, Bono spiega che sta per iniziare il ‘lato B’ di The Joshua Tree e che sono un po’ in difficoltà con queste canzoni, perché alcune non le suonano da tanto tempo, altre non le hanno mai suonate. Ma è solo una captatio benevolentiae perché il gruppo è in forma smagliante. Sentire Red hill mining town, In God’s country, Trip through your wires suonata con l’armonica, è un sogno per i fans.  Molto toccante One Tree Hill scritta per Greg Carroll, un membro della crew, anzi della ‘familia’ degli U2 prematuramente scomparso nel 1986,  che Bono ricorda all’inizio del pezzo: “ perché tutti abbiamo una persona cara che abbiamo perso.”

Exit da sola vale il prezzo del biglietto: Bono ispirato, trascinatore, che nonostante abbia perso un po’ di smalto si dona anima e corpo e offre una performance da par suo. Per non parlare degli altri, addirittura Larry Mullen concede un sorriso alla telecamera, cosa più unica che rara. Il set si chiude con una intensa versione di Mothers of the disappeared, con l’immagine delle madri dei desaparecidos in fila sullo schermo con una candela accesa in mano che una ad una spengono sul finale del pezzo.

/

E’ la volta della terza parte dello show, dagli anni ’90 in poi. Miss Sarajevo, ribattezzata Miss Syria, con la voce di Pavarotti, su cui Bono ringrazia in italiano la nostra Guardia Costiera per tutte le vite salvate e il grandissimo lavoro di accoglienza dei profughi. Perché non dobbiamo perdere la compassione. Seguono poi Beautiful Day, Elevation e Vertigo che marcano un climax energetico che tutto il pubblico stava aspettando: l’Olimpico si accende, i cori si levano altissimi. Ultraviolet è dedicata alle madri e alle mogli degli U2 e a tutte le figure femminili che si sono contraddistinte per battaglie personali e universali per l’uguaglianza dei diritti civili. Sullo schermo scorrono, tra le altre,  anche le immagini di Rita Levi Montalcini ed Emma Bonino.

One cantata in coro da tutto lo stadio chiude il concerto, cui segue The little things that give you away, pezzo del nuovo disco “Songs of Experience” che pare essere pronto per uscire.

I quattro irlandesi ringraziano commossi per la splendida serata, Bono si inchina davanti al pubblico romano ringraziando “per la bellissima vita che ci avete concesso e che non avremmo mai sognato di meritare. Avete reso queste canzoni più grandi perché le avete vissute. Buonasera, ciao Roma”.

di Martina Neri

29 Risposte

  1. 醫學美容 面部護理 cosmetic.wiki

    【保養】千元以下的緊緻精華 Swissmiracle 魚子緊緻提升精華 – Katerina的花俏部落格 •Beauty •Fashion •Lifestyle 【保養】千元以下的緊緻精華 Swissmiracle 魚子緊緻提升精華, Katerina的花俏部落格 •Beauty •Fashion •Lifestyle: 【保養】千元以下的緊緻精華 Swissmiracle 魚子緊緻提升精華, Katerina的花俏部落格 •Beauty •Fashion •Lifestyle

    Rispondi
  2. ghost recon wildlands skidrow

    Greetings! I know this is somewhat off topic but I was wondering which blog platform are you using for this website? I’m getting sick and tired of WordPress because I’ve had problems with hackers and I’m looking at alternatives for another platform. I would be awesome if you could point me in the direction of a good platform.

    Rispondi
  3. hydrargyrum 9.0

    I’m impressed, I have to admit. Genuinely rarely should i encounter a weblog that’s both educative and entertaining, and let me tell you, you may have hit the nail about the head. Your idea is outstanding; the problem is an element that insufficient persons are speaking intelligently about. I am delighted we came across this during my look for something with this.

    Rispondi
  4. futbol.run Lille set sights on silverware in 2011

    Former Manchester United captain Roy Keane accused Ashley Young of cheating on Tuesday night as the England winger won a controversial penalty in his team’s scoreless Champions League game at Real Sociedad. He’s conned the ref! Former United skipper Keane blasts Young for another dive as winger wins penalty against Sociedad

    Rispondi
  5. script ro-ghoul

    Hello there! I know this is kinda off topic nevertheless I’d figured I’d ask. Would you be interested in trading links or maybe guest authoring a blog post or vice-versa? My site discusses a lot of the same subjects as yours and I think we could greatly benefit from each other. If you’re interested feel free to shoot me an e-mail. I look forward to hearing from you! Terrific blog by the way!

    Rispondi
  6. hitman 2016 serial key list

    A lot of of what you mention happens to be astonishingly accurate and that makes me wonder the reason why I had not looked at this in this light before. Your piece really did turn the light on for me personally as far as this topic goes. But there is actually just one issue I am not too comfortable with so whilst I make an effort to reconcile that with the core theme of the position, permit me see what all the rest of the readers have to say.Well done.

    Rispondi
  7. free fortnite aimbot

    I was just seeking this information for some time. After six hours of continuous Googleing, finally I got it in your website. I wonder what’s the lack of Google strategy that do not rank this type of informative sites in top of the list. Generally the top web sites are full of garbage.

    Rispondi
  8. gembel cit

    Hello there, I found your website via Google whilst searching for a related topic, your web site got here up, it seems great. I’ve bookmarked it in my google bookmarks.

    Rispondi
  9. cheats without the bs

    I do agree with all of the ideas you have presented in your post. They are really convincing and will definitely work. Still, the posts are too short for starters. Could you please extend them a little from next time? Thanks for the post.

    Rispondi
  10. redline v3 0

    The very root of your writing while appearing reasonable initially, did not settle well with me personally after some time. Someplace within the paragraphs you were able to make me a believer but only for a while. I however have a problem with your jumps in assumptions and one would do well to help fill in all those breaks. In the event you actually can accomplish that, I could certainly be amazed.

    Rispondi
  11. aimware free download

    Have you ever thought about creating an ebook or guest authoring on other blogs? I have a blog based upon on the same topics you discuss and would love to have you share some stories/information. I know my readers would enjoy your work. If you are even remotely interested, feel free to send me an e-mail.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata