•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In una recente intervista rilasciata in occasione del SXSW festival di Austin, il leggendario produttore Steve Albini ha raccontato un aneddoto sul compianto leader dei Nirvana, Kurt Cobain (ricordiamo che Albini ha lavorato con la band per le session di “In Utero”).

Pronto, chi parla?

Albini ha ricordato della volta in cui, mentre i Nirvana erano in studio, squillò il telefono ed era nientemeno che Gene Simmons, il linguacciuto e arrogantissimo bassista dei Kiss:

Simmons chiamò proprio in studio, voleva parlare con la band. Aveva avuto il numero dalla casa discografica o dal management. Insomma, Kurt non gli voleva parlare e mi lasciò la cornetta dicendo: “Sbrigatela tu”. Così feci finta di essere Cobain e parlai un pochino con Simmons. C’era un affare che ti permetteva di registrare le conversazioni telefoniche e lo facemmo. Simmons parlando confessò di non sapere nulla della musica dei Nirvana, né delle band di cui Kurt era amico.

Beffa doppia

L’intervistatore di Albini (ossia Nardwuar, un personaggio noto per le sue interviste scanzonate e provocatorie) ha ricordato, con grande ilarità, che Simmons è davvero convinto di aver parlato con Cobain:

Tempo fa ho intervistato Simmons e lui mi ha detto: “Una volta ho parlato con Cobain”!

Al che Albini, con la sua ironia sorniona, ha risposto:

Ah certo. Mi spiace averti rovinato la favoletta, Gene…