•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nell’era del web e delle colonne di destra dei megaquotidiani infestate da video di gaffes, cadute più o meno rovinose, papere e paperissime varie, gli incidenti sul palco sono discreti blockbuster da click. Momenti di minigogna goliardica che fanno regalare una pagina vista a cuor leggero, così i dati di Analytics crescono e i commerciali possono fare il loro lavoro nella raccolta pubblicitaria.

Così va il mondo baby, che piaccia o no. Soprattutto no.

Detto questo, durante il set di sabato 21 aprile al festival di Coachella, Beyoncé è incappata in un piccolo episodio di quelli sopradescritti.

Il set è stato regale, come quello della scorsa settimana (di cui avrete letto un po’ ovunque, of course); l’unica differenza è stata che Bey ha indossato abiti di colore differente… e ha fatto cadere sua sorella.

Nel mezzo di una coreografia Beyoncé ha infatti cercato di prendere in braccio Solange, ma sono entrambe cadute a terra. Reagendo da navigate professioniste però: hanno improvvisato una “biciclettata” da supine e si sono rialzate ridendo.

Loro ridono (a ragione) e nessun altro sghignazza. Perché questa è classe, alla faccia dei click della compagnia perculante che tanto ama attaccarsi a queste cose.

(H. Maltese)