•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Parole di fuoco da parte del leggendario produttore Quincy Jones, che in una recente intervista ha offerto il proprio parere sui Beatles.

Come ti blasto i Beatles

Jones, parlando dei Fab Four, ha raccontato di quando ha incontrato per la prima volta la band – allora giovanissima. Il giudizio è impietoso e la band gli è subito parsa “una semplice imitazione bianca del rhythm and blues”. “Erano i peggiori musicisti del mondo“, ha detto il produttore.”Erano dei figli di puttana che non sapevano suonare. Paul era il bassista più schifoso che avessi mai sentito. E Ringo? Non voglio manco parlarne”.

L’aneddoto

Jones ha poi raccontato un aneddoto su Ringo:

Dopo tre ore e mezza che cercava di rifare tre battute di un pezzo, era chiaro che proprio non ce la faceva. Allora gli abbiamo detto: “Amico, perché non ti fai una birretta, mangi qualcosa e ti rilassi per un’oretta e mezza?”. Lui è andato e abbiamo chiamato Ronnie Verrell, un batterista jazz. E’ arrivato e in un quarto d’ora ha fatto tutto. Ringo è rientrato, poi, e ha detto: “Potete farmi risentire il pezzo un’altra volta?”. Lo ha ascoltato e se ne è uscito così: “Ma non è poi così male, no?”. E io gli ho risposto: “Per forza, figlio di buona donna, perché non sei tu quello che ci suona!”. Comunque era una gran brava persona.